Ho capito una cosa di me. Sono fragile. E per quanto mi sforzi di essere forte, riuscendoci pure certe volte, dentro di me, tra i visceri e i vasi del mio corpo, sono fragile. Non mi spezzo, no. Non mi piego, non cado.

Mi rompo. Come un bicchiere di cristallo, esplodo in piccole schegge acuminate. Soffoco.

Però i bicchieri di cristallo possono anche emettere suoni bellissimi. Basta capire come fare. Magari all’inizio è più difficile, ma piano piano, con un pò di pazienza, sarà sempre più facile e il suono che uscirà sarà limpido. Perfetto.

Io sono Vicious. In verità non è il mio vero nome, ma ormai tutti mi conoscono in questo modo. A che servirebbe sapere la mia vera identità?

A.S.

Annunci