Nome, prego. Aleida.

Cognome? Scapigliata.

È un nome d’arte? Lo è.

Chi sei? Non ho una risposta a questa domanda. Posso dirti cosa faccio.

Cosa fai? Principalmente, penso. Troppo forse. Concretamente, studio Medicina.

Che tipo di medico vuoi diventare? Uno che aiuta la gente.

Per mestiere tutti i medici aiutano la gente! No. I medici aiutano la gente che può pagare, a volte cifre esagerate. O che ha un’assicurazione, vedi in America. La gente che ha un lavoro, una famiglia, una casa, una macchina. Io voglio aiutare la gente che non esiste. Gli invisibili. Emarginati. Poveracci che hanno avuto la sfortuna di nascere in condizioni malsane.

Una sorta di Medico Senza frontiere, quindi. Si quello.

Andrai in paesi molto poveri, a volte pericolosi. Si. Africa, Sud America, Medio Oriente, ovunque sia necessario. Ammetto di avere una certa preferenza per il Sud America.

Quindi studi Medicina con l’idea di diventare Medico Senza Frontiere. Hai qualche hobby? Si, ma più che un hobby lo definirei uno stile di vita. Amo l’Arte e vivo per lei. Disegno, dipingo, scrivo, canto, suono. Non posso resistere in presenza di un capolavoro.

Sei un’artista, dunque. Lo stai dicendo tu.

Qual è lo scopo del blog? Technicolor Tales è un esperimento. A me piace chiamarlo esperi-blog. Parlo di me. Scrivo di gente. Rifletto sul mondo. Mi interrogo. Presento l’Arte per come la vedo io.

Bene, per il momento è tutto. Grazie, Aleida. Vuoi dire un’ultima cosa? No. Adesso qualunque cosa avrò da dire la scriverò sulle pagine del blog. Se volete, io sono qui.

sakura

A.S.

Annunci