Archivi per la categoria: Dell'Arte e dei suoi Fratelli

Post banale per i più, significativo per me.

Ne ho scelte undici, di canzoni. So già per certo di aver tralasciato capolavori. So già per certo che mi pentirò di aver inserito un brano piuttosto di un altro.

Ma sono umana e quindi sono sbagliata.

The show must go on.

L’unica cosa che mi vien da dire è.

Enjoy.

“Quello che ho scelto è la mia scelta”

“Sto aspettando un asteroide”

Where is my mind? Non ci sono commenti.

“Ho aperto troppe finestre, e non so da quale buttarmi.
Voglio un nemico fidato, voglio guardarlo negli occhi.
Ci meritiamo le stragi, altro che Alberto Sordi.
Fatemi uscire di casa solo per costituirmi.”

“My hearts a tart, your body’s rent.
My body’s broken, yours is spent.
Carve your name into my arm.
Instead of stressed, I lie here charmed.
Cuz there’s nothing else to do…”

I could sleep
when I lived alone
Is there a ghost in my house?

“se io fossi povero
come un miliardario
che cos’è il denaro per l’anima
è un ladro insaziabile
si annida in essa”

“E il problema ripetevi è che sono stati asfaltati i prati e non i preti”
“I’ve waited hours for this
I’ve made myself so sick
I wish I’d stayed asleep today
I never thought this day would end
I never thought tonight could ever be
This close to me”
Puoi sentire il mio cuore battere come un martello?
Watch things on VCRs, with me and talk about big love
I think we’re superstars, you say you think we are the best thing…
Ah e Buon Natale.
A.S.

Inspirare.
Espirare.

Inspirare.
Espirare.

Trattenere il fiato.

I seni che si cimentano in una danza ora ritmica, ora irregolare.

Un sussulto.

Non si può smettere di farlo.

Respirare, dico.

E allora respira.

Respiriamo.

I sense there’s something in the wind
That feels like tragedy’s at hand
And though I’d like to stand by him
Can’t shake this feeling that I have
The worst is just around the bend

And does he notice my feelings for him?
And will he see how much he means to me?
I think it’s not to be

What will become of my dear friend?
Where will his actions lead us then?
Although I’d like to join the crowd
In their enthusiastic cloud
Try as I may, it doesn’t last

And will we ever end up together?
no, I think not, it’s never to become
For I am not the one.

Tu potresti essere la mia scelta
inconsapevole di vivere la mia vita interamente
Tu potresti essere l’unico che amerei per sempre.
Tu potresti essere l’unico che ascolta le mie più profonde inquisizioni
Tu potresti essere l’unico che amerei per sempre.

Sarò lì il più presto possibile
ma sono impegnata a ricucire i pezzi rotti della vita che avevo prima.

Prima c’è stato quello che ha messo a dura prova
tutti i miei sogni e il mio equilibrio.
Non potrebbe mai essere valido come te.

Tu potresti essere la mia scelta inconsapevole
di vivere la mia vita per esteso
Tu doresti essere l’unico che amerei per sempre.

E s’aprono i fiori notturni,
nell’ora che penso a’ miei cari.
Sono apparse in mezzo ai viburni
le farfalle crepuscolari.


Da un pezzo si tacquero i gridi:
là sola una casa bisbiglia.
Sotto l’ali dormono i nidi,
come gli occhi sotto le ciglia.


Dai calici aperti si esala
l’odore di fragole rosse.
Splende un lume là nella sala.
Nasce l’erba sopra le fosse.


Un’ape tardiva sussurra
trovando già prese le celle.
La Chioccetta per l’aia azzurra
va col suo pigolio di stelle.


Per tutta la notte s’esala
l’odore che passa col vento.
Passa il lume su per la scala;
brilla al primo piano: s’è spento . . .


È l’alba: si chiudono i petali
un poco gualciti; si cova,
dentro l’urna molle e segreta,
non so che felicità nuova.

…un ultimo saluto.

aldamerini

Alda Merini (Milano, 21 marzo 1931 – Milano, 1º novembre 2009)

Può un film regalare emozioni tanto profonde?

Può un semplice attore comunicare dei sentimenti così forti?

Può una storia di sesso essere così maledettamente romantica?

Cos’è l’amore? Forse è il sesso consumato con una persona di cui non sai niente.

Forse un tango ballato poco prima di morire. ultimotango

Forse.

Quando un film, una di quelle cose fatte di immagini fisse incollate una di seguito all’altra, che si susseguono, dando l’impressione che i personaggi si muovano come se stessero lì davanti a te proprio in quel momento, ecco, quando una cosa così riesce a travolgerti e a coinvolgerti tanto…bé, è bello. Fa sentire bene. Più ricchi.

Quo vadis, baby?

 

A.S.

 

Ps: grazie, M. 🙂