Archivi per la categoria: Top 5

Post banale per i più, significativo per me.

Ne ho scelte undici, di canzoni. So già per certo di aver tralasciato capolavori. So già per certo che mi pentirò di aver inserito un brano piuttosto di un altro.

Ma sono umana e quindi sono sbagliata.

The show must go on.

L’unica cosa che mi vien da dire è.

Enjoy.

“Quello che ho scelto è la mia scelta”

“Sto aspettando un asteroide”

Where is my mind? Non ci sono commenti.

“Ho aperto troppe finestre, e non so da quale buttarmi.
Voglio un nemico fidato, voglio guardarlo negli occhi.
Ci meritiamo le stragi, altro che Alberto Sordi.
Fatemi uscire di casa solo per costituirmi.”

“My hearts a tart, your body’s rent.
My body’s broken, yours is spent.
Carve your name into my arm.
Instead of stressed, I lie here charmed.
Cuz there’s nothing else to do…”

I could sleep
when I lived alone
Is there a ghost in my house?

“se io fossi povero
come un miliardario
che cos’è il denaro per l’anima
è un ladro insaziabile
si annida in essa”

“E il problema ripetevi è che sono stati asfaltati i prati e non i preti”
“I’ve waited hours for this
I’ve made myself so sick
I wish I’d stayed asleep today
I never thought this day would end
I never thought tonight could ever be
This close to me”
Puoi sentire il mio cuore battere come un martello?
Watch things on VCRs, with me and talk about big love
I think we’re superstars, you say you think we are the best thing…
Ah e Buon Natale.
A.S.
Annunci

Sarà difficile stilare una classifica del genere. Troppo assoluta.

Ci proverò. E se cambio idea, stilerò un’altra classifica. Semplice.

Qui, ad ogni voce ho aggiunto una piccola motivazione che mi ha portato a preferire una serie piuttosto che un’altra.

Cominciamo!

Top 5 telefilm più belli degli ultimi anni:

1. Scrubs, perché è divertente e geniale.

2. Lie to me, perché è intelligente e incentrato sulla psiche.

3. The Big bang theory. NERD. Ho detto tutto.

4. Dexter, perché è malato.

5. Californication, il protagonista è uno scrittore e fa sesso dalla mattina alla sera. Non vi basta?

Dedico questo post (e quelli sullo stesso tema che seguiranno) a un libro, un brillante libro, la cui lettura ha impegnato un’intera giornata della mia estate. Mai tempo fu speso in maniera migliore.

Scimmiottando il protagonista, Rob Fleming, 35 anni, propietario di un negozio di dischi, la vita segnata dalle delusioni amorose e dalla musica, stilerò le mie personali Top 5.

Cominciamo subito con la prima.

Top 5 delle canzoni delle quali non posso fare a meno in questo periodo:

1. Fix you, dei Coldplay

2. No surprises, dei Radiohead

3. Un medico, di Fabrizio de André

4. Letter to myself, degli A Toys Orchestra

5. Yellow, dei Coldplay

A.S.